Osservatorio Assolombarda Agenzie per il Lavoro - III trim. 2016

Il ranking delle professionalità nell'area milanese.

Battuta d’arresto per la domanda di lavoro in somministrazione
Secondo i numeri forniti dalle Agenzie per il Lavoro, riferiti alle richieste delle imprese del territorio di Milano, Monza Brianza e Lodi, nel III trimestre del 2016 per la prima volta si inverte il trend crescente della domanda di lavoratori in somministrazione: -3% rispetto al corrispondente trimestre del 2015. Il dato negativo fa seguito al +1% del II trimestre e al +12% del primo, ben inferiori ai ritmi di crescita del 2015 intorno al +30% su base trimestrale.
Trovano conferma i segnali di rallentamento della ricerca di lavoratori “interinali” da parte delle imprese emersi da inizio 2016.

Nei mesi estivi cresce solo la richiesta di addetti al commercio
I tecnici, negli ultimi trimestri traino della crescita delle richieste, registrano una variazione negativa (-9%) di una certa consistenza, inferiore solo a quella di conduttori impianti (-13%) e operai specializzati (-14%). Scendono anche le richieste degli impiegati esecutivi (-6%).
Sono solo due i gruppi professionali che mostrano una variazione positiva, seppur debole: il personale non qualificato (+1%) e gli addetti al commercio (+4%).
Sull’incremento delle figure commerciali, in molti casi legata al turismo, influisce il periodo esaminato, che include i mesi estivi tra luglio e settembre. Il progresso, seppur lieve, è particolarmente significativo perché il confronto è con un periodo in cui era in pieno svolgimento una manifestazione di grande successo come l’Expo.
La maggior domanda di figure commerciali è un altro segnale della maggior attrattività di Milano dopo l’Expo, già emersa dai dati su arrivi turistici e ricettività alberghiera.