Booklet Economia: rallenta la produzione manifatturiera lombarda, frena bruscamente il lavoro in somministrazione

L'andamento economico della Lombardia nel confronto nazionale ed europeo.

La sicurezza sul lavoro in Lombardia

Per gli infortuni denunciati in Lombardia nel periodo luglio-agosto si rileva un incremento, come nel 2° trimestre 2018: l’andamento crescente, calcolato rispetto allo stesso bimestre dello scorso anno, riguarda più gli infortuni in itinere (+10,6%, con un +10,4% nell’industria) che quelli in occasione di lavoro (+1,8%, con un +13,7% nell’industria).

La tendenza viene in parte attenuata dalla dinamica dell’occupazione: gli infortuni per occupato, infatti registrano, al netto del ricorso alla CIG,  tassi di crescita più contenuti, sia a livello di intera economica (+0,5% in occasione di lavoro, +9,1% in itinere) che con riferimento alla sola industria (+11,3% in occasione di lavoro, +8,7% in itinere).

IN SINTESI - L’andamento economico della Lombardia rispetto ai benchmark

Sono stati rivisti gli andamenti della produzione lombarda degli ultimi trimestri: il primo trimestre 2018 (+1,1%) coincide con il punto di massimo dell’eccezionale fase espansiva iniziata nel 2017, mentre dalla primavera di quest’anno l’industria accusa una decelerazione pari al -0,2% nel secondo trimestre e al -0,4% nel terzo trimestre. Nel cumulato dei primi nove mesi del 2018 l’attività produttiva cresce comunque del +3,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Nonostante il ripiegamento recente, una impresa su due a Milano, Lodi, Monza e Brianza dichiara di chiudere il 2018 con un fatturato in crescita rispetto al 2017 (quando questa percentuale era stata del 60%). Il rallentamento ha però evidenti ripercussioni sulle prospettive per il 2019, anno in cui si attende vendite in espansione una impresa su tre.

Il mercato del lavoro frena considerevolmente sul fronte della somministrazione: -37% le domande di lavoro a Milano, Lodi, Monza e Brianza nel terzo trimestre 2018 rispetto allo stesso periodo del 2017, -63% i tecnici. Sono i primi effetti del «Decreto Dignità».

I prestiti bancari alle imprese lombarde crescono ancora nel secondo trimestre 2018 (+1,1% rispetto al 2017), anche se ad un ritmo inferiore rispetto al recente passato: permangono dinamiche contrapposte tra settori (+3,9% e +1,6% i prestiti all’industria e ai servizi, -3,3% alle costruzioni) e tra classi dimensionali di impresa (+1,6% i prestiti alle aziende con oltre 20 addetti, -1,8% alle imprese più piccole).