Tu sei qui: Home Assolombarda per la legalità

13/09/2013

 

Affermare la cultura della legalità sul territorio


Assolombarda dedica azioni e iniziative specifiche all’affermazione della cultura della legalità e della responsabilità, con un’attenzione particolare al proprio territorio di riferimento.

Nel 2010, l’Associazione ha ospitato la firma del Protocollo per la legalità tra Ministero dell’Interno e Confindustria, finalizzato al contrasto della criminalità organizzata, ed è stata tra le prime associazioni del Sistema confindustriale a recepire, con una Delibera della propria Giunta, il protocollo stesso.

Inoltre, Assolombarda è impegnata da tempo in un’azione di sensibilizzazione e di diffusione della cultura della legalità sul territorio, con il coinvolgimento di Sindaci e altri Amministratori locali nella realizzazione di progetti specifici su questo tema.

La gestione dei beni confiscati alla criminalità organizzata


Assolombarda – insieme all’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, ad Aldai e a Fondirigenti – ha firmato una convenzione che rende operativo il progetto, nato da un input del ministro Maroni nel corso dell’Assemblea 2010 dell’Associazione, finalizzato a valorizzare le competenze dei dirigenti industriali di Milano e Lombardia nella gestione delle imprese sequestrate e confiscate alla criminalità organizzata.

L’obiettivo di questa iniziativa è creare un pool di 60 manager che affiancheranno l’Agenzia nella valutazione della sostenibilità economica delle imprese confiscate da un lato e, dall’altro, nella loro gestione.

Il progetto, presentato il 9 febbraio 2012, ha raccolto oltre 230 candidature.

La lotta alla contraffazione


Assolombarda è attiva anche sul fronte della lotta alla contraffazione. In particolare:

 

La legalità nel lavoro


L’Associazione partecipa ai lavori di comitati e commissioni impegnati nel campo dell’affermazione della legalità nel sistema economico e nel mercato del lavoro:

  • Comitato per il lavoro e l’emersione dal sommerso (CLES) – Ministero del Lavoro;
  • Commissione Regionale per l’emersione del lavoro non regolare – Regione Lombardia;
  • Commissione Provinciale per l’emersione del lavoro irregolare – Provincia di Milano.

 

La responsabilità amministrativa degli enti


Assolombarda promuove tra le imprese associate comportamenti dettati da principi di integrità e correttezza nei confronti degli interlocutori e la diffusione dell’adozione di Modelli organizzativi idonei a prevenire la commissione di reati relativi alla responsabilità ‘amministrativa’ delle imprese stesse, secondo quanto previsto dal D.Lgs. 231/01.

In particolare, attraverso lo Sportello 231 (realizzato in collaborazione con l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Milano e l’Ordine degli Avvocati di Milano) offre alle imprese associate la possibilità di:

  • approfondire la conoscenza della normativa di riferimento e verificarne l’impatto sulla propria realtà aziendale specifica;
  • ottenere una prima valutazione sulla necessità o sull’opportunità di predisporre i Modelli di organizzazione e controllo;
  • conoscere l’iter di creazione dei Modelli di organizzazione e controllo.

 

La prevenzione delle infiltrazioni mafiose nell’Expo


Nel febbraio 2012 Assolombarda ha sottoscritto il Protocollo d’Intesa firmato dalla Prefettura di Milano e dalla società Expo 2015 SpA per prevenire le infiltrazioni criminali nell’affidamento e nell’esecuzione dei contratti pubblici per Expo.

Cinque mesi dopo ha aderito ad altri tre Protocolli d'intesa per prevenire possibili infiltrazioni della criminalità nella realizzazione di grandi interventi in appalto previsti per l'Expo: Tangenziale Est esterna di Milano, collegamento della Strada Statale 11 da Molino Dorino all’Autostrada dei Laghi e Linea Metropolitana 5.

Confidi Province Lombarde e il contrasto dell’usura


Per contrastare la diffusione del fenomeno dell’usura Confidi Province Lombarde, del quale Assolombarda è ente promotore, ha costituito un Fondo Rischi per sostenere le imprese che si trovano in difficoltà finanziaria attivando convenzioni con alcune banche. Le imprese beneficiarie possono ottenere garanzie fino all’80% del finanziamento, restituibile fino a 60 mesi, per un importo massimo di 100.000 euro.

L’impegno di Confindustria per la legalità


Confindustria è impegnata a:

  • promuovere l’etica della responsabilità e il dovere di denuncia dei reati;
  • espellere o sospendere chi è condannato o sottoposto a misure di prevenzione;
  • raccogliere informazioni sulle imprese fornitrici, appaltatrici e subappaltatrici, per metterle a disposizione delle Prefetture;
  • promuovere presso le imprese associate al suo Sistema la predisposizione delle misure per la sicurezza del lavoro e per la prevenzione del lavoro nero;
  • promuovere corsi di formazione specifici per diffondere la cultura della legalità.


In particolare:

  • nel 1991 Confindustria e tutte le organizzazioni del suo Sistema si sono dotate di un Codice etico per garantire l’integrità dei comportamenti associativi degli imprenditori;
  • nel 1992 la Giunta confederale ha sancito la decadenza dalle cariche per chi fosse dichiarato responsabile, con sentenza di secondo grado, di reati particolarmente lesivi dell’immagine imprenditoriale (compresi quelli legati alla partecipazione ad attività malavitose);
  • nel 2007 Confindustria Sicilia ha impegnato gli associati, con una delibera, a denunciare ogni episodio di attività direttamente o indirettamente illegale di cui siano soggetti passivi, prevedendo sanzioni per chi viola questa condotta;
  • nel 2010 Confindustria ha firmato insieme al Ministero dell’Interno il Protocollo per la Legalità, finalizzato al contrasto della criminalità organizzata, e iscrive in un apposito elenco pubblicato sul proprio sito Internet le imprese che vi aderiscono;
  • nel 2010 Confindustria ha attivato il gruppo di lavoro Lotta all’evasione fiscale (di cui fa parte anche un rappresentante di Assolombarda).
Azioni sul documento
Per saperne di più

Copyright © 2014 Assolombarda - Codice Fiscale: 80040750152